Skip to content


Dissonanze

Dissonanze

Jennifer Thoreson / Dissonanza e proliferazione
in
Gente di fotografia
Anno XXIII, n. 69, novembre 2017
Pagine 8-17

«Gorgoglia la materia nella morte, come se tutti fossimo sogno di un demone cattivo, fossimo l’ironia delle Madri, fossimo dentro il loro implacabile destino. […] ‘The failure of faith’ è anche una ‘disclosure’, è la rivelazione del nostro essere stati gettati in un mondo incomprensibile e nemico, fatto di sporgenze tumorali, di arcaiche intumescenze, di inaudite proliferazioni. C’è qui, evidente, tutto il fascino e il timore che alcuni antichi gnostici nutrivano verso la materia, verso un mondo di carne e dissoluzione, nel quale i più sono stupidi e ignoranti e la massa è costituita da cose in forma umana».

3 commenti

  • Pasquale

    gennaio 11, 2018

    Nell’immagine che proponi, Alberto, noto il gatto impassibile e tranquillo in mezzo ai mostri. È divino si sa.

    • agbiuso

      gennaio 11, 2018

      Sì, è la prima delle immagini -tutte potenti- scelte dalla Rivista.
      E hai notato, da par tuo, la perfezione del gatto, del quale soltanto si può dire, con Baudelaire, «Là, tout n’est qu’ordre et beauté, / Luxe, calme et volupté» . Degli umani, invece, si può dire ciò che affermano gli gnostici.

Inserisci un commento

Vai alla barra degli strumenti