Skip to content

C’est la Mort qui console, hélas! et qui fait vivre; / C’est le but de la vie, et c’est le seul espoir / Qui, comme un élixir, nous monte et nous enivre, / Et nous donne le cœur de marcher jusqu’au soir; // A travers la tempête, et la neige, et le givre, / C’est la clarté vibrante à notre horizon noir; / C’est l’auberge fameuse inscrite sur le livre, / Où l’on pourra manger, et dormir, et s’asseoir; / C’est un Ange qui tient dans ses doigts magnétiques / Le sommeil et le don des rêves extatiques, / Et qui refait le lit des gens pauvres et nus; // C’est la gloire des Dieux, / c’est le grenier mystique, / C’est la bourse du pauvre et sa patrie antique, / C’est le portique ouvert sur les Cieux inconnus!

— Charles Baudelaire, La mort des pauvres

Dea del Tempo

Ho messo a disposizione su Dropbox il file audio (ascoltabile e scaricabile sui propri dispositivi) della terza lezione dedicata a Proust, da me svolta al Disum di Catania il 20 aprile 2018.
Aggiungo qui le diapositive che ho utilizzato in questa occasione. Scorrendo le immagini/testo e ascoltando l’audio, spero si possa cogliere la potenza della scrittura di Marcel Proust, della sua arte, della dimensione cosmogonica e sacra delle parole che raccontano l’illusione suprema che sempre ci spinge verso l’Altro. L’oggetto amato è figura del Dio, in lui cerchiamo la Grazia, in lui ci sentiamo redenti. Abbiamo bisogno di tanto in tanto di trarre dalla specie una persona che diventa lo splendore che ci salva, che ci regala la gioia.
La Recherche è la notte dell’esistenza in un libro figlio del silenzio. È l’Adoration perpétuelle. È la Gloria.

«Del resto, le amanti che più ho amate non hanno mai coinciso con il mio amore per loro […] Quando le vedevo, quando le udivo, non trovavo nulla in loro che somigliasse al mio amore e potesse spiegarlo. Eppure, la mia sola gioia era di vederle, la mia sola ansia di aspettarle […] Sono incline a credere che in questi amori (lascio in disparte il piacere fisico che d’altronde s’unisce abitualmente a essi ma non basta a costituirli), sotto l’apparenza della donna, ci rivolgiamo in realtà alle forze invisibili accessoriamente unite a lei, come a oscure divinità. È la loro benevolenza a esserci necessaria, è il loro contatto quello che cerchiamo, senza trovarvi nessun piacere vero».
Marcel Proust, Sodoma e Gomorra, Einaudi 1978, pp. 560-561

«Di per sé lei è meno di niente, ma nel suo essere niente c’è, attiva, misteriosa e invisibile, una corrente che lo costringe a inginocchiarsi e ad adorare una oscura e implacabile Dea, e a fare sacrificio davanti a lei. E la Dea che esige questo sacrificio e questa umiliazione, la cui unica condizione di patrocinio è la corruttibilità, e nella cui fede e adorazione è nata tutta l’umanità, è la Dea del Tempo. Nessun oggetto che si estenda in questa dimensione temporale tollera di essere posseduto, intendendo per possesso il possesso totale che può essere raggiunto con la completa identificazione di soggetto e oggetto. […] Tutto ciò che è attivo, tutto ciò che è immerso nel tempo e nello spazio, è dotato di quella che potrebbe essere definita un’astratta, ideale e assoluta impermeabilità».
Samuel Beckett, Proust, SE 2004, pp. 41-42.

Seconda lezione su Proust (6.4.2018)

  • Tristezza

    Loro 2 di Paolo Sorrentino Italia, 2018 Con: Toni Servillo (Silvio), Elena Sofia Ricci (Veronica), Riccardo Scamarcio (Sergio Morra), Euridice Axen (Tamara), Fabrizio Bentivoglio (Santino Recchia), Katia Smutniak (Kira), Roberto De Francesco (Fabrizio Sala),...
  • Implacabile

    Teatro Greco – Siracusa Eracle di Euripide 54° Festival del Teatro Greco di Siracusa Traduzione di Giorgio Ieranò Scenografia di Carmine Maringola Costumi di Vanessa Sannino Movimenti di Manuela Lo Sicco Musiche di Serena...
  • Chimica

    Frank Horvart – Fabio Miguel Roque  Catania – Cucine del Monastero dei Benedettini Med Photo Fest 2018 Sino al 20 maggio 2018 Ancora una volta la fotografia contemporanea si dispiega in uno dei luoghi...
  • L’Altro

    Recensione a: Storia naturale dell’amore di Domenica Bruni (Carocci 2010, pp. 143) in Rivista Internazionale di Filosofia e Psicologia Vol. IX, numero 1, primavera 2018 Pagine 107-108 Pdf del testo Innamoramento e amore sono...
  • Animalità

    La mattina di venerdì 18 maggio 2018 parteciperò a un Convegno su Bioetica Ambiente Alimentazione con una relazione dal titolo L’animale non esiste. Il Convegno si svolgerà il 17 e 18 maggio nel Coro di Notte...
  • L’attrito del negativo

    Easy. Un viaggio facile facile di Andrea Magnani Italia-Ucraina, 2016 Con: Nicola Nocella (Isidoro), Libero de Rienzo (Filo), Ostap Stupka (Bogdan) Trailer del film Essere caduto in depressione, aver perso l’obiettivo della propria vita...
  • Ermeneutica e linguaggio

    Lunedì 14 maggio 2018 alle 10,00 nell’Aula A7 del Dipartimento di Scienze Umanistiche di Catania Dario Generali terrà un seminario a partire dal volume da lui curato L’idioma di quel dolce di Calliope labbro. Difesa della...
  • Macchine

    L’umano e le macchine. Una alterità che ci appartiene in «Libertaria 2018 – Voci e dinamiche dell’altro» Mimesis, 2018 Pagine 140-157 Pdf del saggio Una prospettiva libertaria è sempre radicata nella consapevolezza del limite...
Vai alla barra degli strumenti