Skip to content

Io vi dico: bisogna avere ancora un caos dentro di sé per partorire una stella danzante.
(Ich sage euch: man muss noch Chaos in sich haben, um einen tanzenden Stern gebären zu können)

— Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, prefazione 5

Fenomenologia dell’emergenza

Venerdì 19 aprile 2024 alle 18.00 alla libreria Feltrinelli di Catania dialogherò con Davide Miccione a proposito del suo libro più recente: Quando abbiamo smesso di pensare. Scritti di fenomenologia dell’emergenza (2020-2023) (Transeuropa Edizioni 2023, pagine 146). L’evento è organizzato in collaborazione con l’Associazione Studenti di Filosofia Unict (ASFU).
È vero: «die Philosophie ihre Zeit in Gedanken erfaßt» (Hegel), la filosofia (è) il proprio tempo appreso e colto nel pensiero e con il pensare, o almeno è anche questo. E dunque il denso disegno che Davide Miccione traccia del nostro tempo è del tutto filosofico. Alcuni suoi riferimenti sono Günther Anders, Ivan Illich, Pier Paolo Pasolini, ma il disegno è del tutto originale ed è costituito da una intelligenza del presente e da una chiarezza analitica che descrivono con lucidità i nostri anni più recenti e il tempo nel quale siamo immersi.
Giustamente centrale nell’analisi critica di Miccione è il linguaggio. La lingua infatti non rappresenta un elemento tra gli altri delle comunità sociali, non è soltanto un raffinato strumento ma costituisce il mondo stesso degli umani. Adottare una modalità linguistica piuttosto che altre è sempre anche una scelta (o una non scelta) politica. È anche nel linguaggio e tramite il linguaggio che brilla evidente la schizofrenia ‘progressista’ che fonda principi, teorie e azione su ciò che proviene dagli Stati Uniti d’America, vale a dire dal luogo dell’imperialismo, del potere, della repressione di ogni autentica emancipazione sociale e collettiva. La schizofrenia imperialista di una ‘sinistra’ defunta che però ancora cammina, la sinistra-zombie, è uno degli elementi centrali della fenomenologia dell’emergenza, uno dei capisaldi degli anni Venti del XXI secolo. 

  • Sovranità limitate

    Sorvegliare e punire nel XXI secolo Aldous, 5 aprile 2024 Pagine 1-2 Articolo sul sito della rivista Pdf del testo La dottrina brezneviana dei «Paesi a sovranità limitata» è ampiamente descrittiva dell’Europa contemporanea. E...
  • Educazione e dissoluzione

    La sala professori (Das Lehrerzimmer) di Ilker Çatak Germania, 2023 Con: Leonie Benesch (Carla Nowak), Leonard Stettnisch (Oskar Kuhn), Anne-Kathrin Gummich (Bettina Böhm) Trailer del film Una scuola tedesca organizzata molto bene e con...
  • La musica filosofica di Petrarca e Leopardi

    Da sette anni l’Associazione Studenti di Filosofia Unict (ASFU) organizza un ciclo di incontri dedicato a Filosofia e Letteratura. Dopo aver letto Proust (2018), Dürrenmatt (2019), Gadda (2020), Céline  (2021), Manzoni (2022) e D’Arrigo (2023),...
  • Potere e IA

    Mutamenti politici e intelligenze artificiali in Dialoghi Mediterranei n. 66, marzo-aprile 2024 pagine 30-36 Saggio sul sito della rivista Pdf del saggio Pdf del saggio con immagini Indice -Una premessa: l’Occidente  -Algoritmi e transumanesimo -Intelligenze artificiali...
  • Pavese poeta

    Lunedì 8 aprile 2024 alle 18.00 alla libreria Feltrinelli di Catania parteciperò alla presentazione del volume che raccoglie tutta l’opera in versi di Cesare Pavese, i suoi testi editi e inediti, le traduzioni da...
  • Goldbach

    Le Théorème de Marguerite di Anna Novion Francia – Svizzera, 2023 Con: Ella Rumpf (Marguerite Hoffmann), Julien Frison (Lucas Savelli), Jean-Pierre Darroussin (Laurent Werner), Sonia Bonny Eboumbou (Noa) Trailer del film Nel 1742 il...
Vai alla barra degli strumenti