Skip to content


Mascherate

Mascherate

Riporto qui una recente pagina del sito corpi e politica.

========
La mascherina non è necessaria. Parola del Ministero della Salute (e dell’OMS)

«La mascherina non è necessaria per la popolazione generale in assenza di sintomi di malattie respiratorie» (Ministero della Salute)

pastedGraphic.png

Questa la locandina pubblicata a fine febbraio e ancora presente nel sito del Ministero della Salute. Quanto vi si afferma è confermato dalle indicazioni dell’OMS (le ultime di fine aprile si leggono qui) in cui è detto chiaramente che non ci sono prove scientifiche sull’utilità dell’uso su larga scala delle mascherine e si precisa che, anzi, quelle fatte in casa (che non sono dispositivi medici) possono indurre un aumento di infezioni respiratorie.

Atteniamoci rigorosamente, scrupolosamente, alle indicazioni del Ministero e delle autorità competenti.

========
Aggiungo solo che:

  1. o ciò che il Ministero della Salute aveva scritto ha valore, e quindi le mascherine non vanno indossate se non in casi particolari;
  2. oppure ciò che il Ministero aveva scritto non ha più valore e dunque dare ancora simili indicazioni sul suo sito ufficiale è da: sprovveduti, incapaci, confusi, dilettanti, criminali, negligenti (un aggettivo a scelta, o tutti quanti); 
  3. l’utilizzo costante e indiscriminato di tali maschere risulta pericoloso a causa dell’anidride carbonica che mantengono nei polmoni e a causa dell’umidità che favorisce l’installarsi di agenti patogeni;
  4. l’utilizzo – e ancor più l’imposizione – di tali maschere non ha dunque un obiettivo sanitario ma ha uno scopo simbolico ed è proprio contro l’irrazionalità e l’autoritarismo incarnate da questo simbolo che combattiamo.

[La pagina del Ministero della Salute è stata svuotata dei suoi contenuti in data 23.5.2020 ma essa è ancora visibile in questo archivio]

14 commenti

  • agbiuso

    Luglio 19, 2022

    Così il presidente della regione Emilia-Romagna, Bonaccini, uno dei più accesi sostenitori del lasciapassare sanitario.
    Ai megaconcerti nessun distanziamento, nessuna maschera sul viso, nessun virus.
    A scuola e sui mezzi di trasporto sì.

  • agbiuso

    Luglio 4, 2022

    Lettera-esposto indirizzata al rettore della Sapienza.
    Dal 16 giugno la maschera è obbligatoria soltanto sui mezzi pubblici, aereo escluso; in altri luoghi -comprese le Università- non può essere imposta e chi lo fa commette un abuso legalmente perseguibile.

    ===============
    Gentile Rettrice,
    Le segnalo quanto accaduto oggi nel corso di una sessione di esame presso la sua Università, Dipartimento di Fisica.
    A mio figlio è stato richiesto di tenere la ffp2 per tutta la durata dell’esame orale, circa 1 ora, in assenza di aria condizionata, con una temperatura esterna rasentante i 40 gradi.
    Abbiamo valide ragioni di credere che l’esito dell’esame sia stato pregiudicato da quello che è stato a tutti gli effetti un atto di tortura, e ci riserviamo di agire legalmente.
    Un recente studio italiano ha evidenziato quali sono i rischi dell’uso delle mascherine anche da seduti, con riferimento ai livelli di anidride carbonica re-inalata, ben superiori alla soglia di rischio – “Inhaled CO2 concentration while wearing face masks: a pilot study using capnography”. Saprà sicuramente che tra gli effetti dell’ipercapnia c’è la riduzione dell’attività cerebrale.
    Saprà anche che uno studente che deve affrontare un esame così impegnativo come quello di Fisica al primo anno, non si opporrà al professore che raccomanda fortemente l’uso della ffp2.
    La informo che da una recente richiesta di accesso agli atti al Ministero dell’Istruzione è emerso che lo stesso non possiede documentazione scientifica che possa escludere che un uso prolungato delle mascherine da parte degli studenti non provochi alla loro salute danni irreversibili nel medio-lungo periodo; né tanto meno sono in grado di dimostrare, dati empirici alla mano, che le mascherine abbiano effettivamente ridotto il contagio negli ambienti scolastici. La richiesta di accesso agli atti e la risposta del Ministero sono state allegate ad una denuncia depositata presso la Procura di Roma, insieme allo studio sopra citato e molti altri di contenuto analogo.
    Prima di versare la prima retta universitaria per il secondo anno, vorrei sapere se avete intenzione di continuare a promuovere questa politica di tortura nei confronti dei Vs studenti, in quanto, in caso affermativo, saremo risoluti ad iscriverci ad altro ateneo.
    Rammarica constatare come un istituto di prestigio come La Sapienza mostri tanto disprezzo nei confronti della salute psico-fisica dei propri studenti, oltre ad avere dimenticato – così sembra – che la propria reputazione e prestigio sono strettamente connessi alle performance degli studenti stessi in sede di esame.

    Cordiali saluti

  • agbiuso

    Giugno 13, 2022

    Ai bambini stanno facendo veramente del male.

  • agbiuso

    Ottobre 31, 2021

    G20 Roma 2021 il teatro del potere.
    Scattata la foto, passato il contagio.

    Breve video di una foto ufficiale

  • agbiuso

    Giugno 22, 2021

    Come si vede, quello italiano continua a essere -sulla questione Covid19- uno dei governi più fanatici e repressivi d’Europa.

  • agbiuso

    Giugno 17, 2021

    Alla radio oggi un membro del Comitato Tecnico-Scientifico si dichiara contrario «per ragioni psicologiche» al respiro dei polmoni all’aperto, anche se le maschere/museruole non servono a garantire la «salute».
    Una drammatica caduta di credibilità delle scienze mediche, lasciate nelle mani di guitti autoritari.

  • agbiuso

    Marzo 30, 2021

    Da twitter – 30.3.2021

  • agbiuso

    Ottobre 7, 2020

    Un titolo emblematico del manifesto: «Il nuovo Dpcm. Non tutti gli esperti sono convinti dell’efficacia delle mascherine all’aperto, ma il provvedimento ha anche uno scopo psicologico: comunicare “l’innalzamento della soglia di attenzione”».
    Speranza: «Mesi non facili». Per ora misure light
    E definiscono ‘light’ l’esercito nelle strade e la museruola che impedisce il respiro.

    Dallo Stato etico allo Stato psicologico/psichiatrico.
    Verso dove stiamo precipitando?

    • Tina Messineo

      Ottobre 8, 2020

      Sei uno dei pochi, caro Alberto, ad essere ‘visionario’, dillo tu dove stiamo precipitando! Io non credo più che risaliremo il precipizio, qualunque esso sia, il decisore politico è ormai ubriaco di potere e il corpo sociale morto di paura!

  • agbiuso

    Settembre 1, 2020

    La rivista medico-scientifica Lancet si è occupata della questione museruole/maschere.
    Nonostante la prudenza con la quale l’Associazione Altroconsumo presenta i risultati, emerge con chiarezza il pericolo dell’insistito affidarsi alle maschere come a talismani.

  • Waldgänger

    Maggio 20, 2020

    la mascherina, così come anche i trattamenti sanitari preventivi che si prefigurano all’orizzonte come obbligatori, sono dispositivi governamentali atti a “sorvergliare e punire”, secondo una formula foucaltiana le cui declinazioni reali sono magistralmente descritte nell’omonimo saggio del genio francese

  • agbiuso

    Maggio 19, 2020

    Ginevra, 16.5.2020
    “Il n’est pas recommandé aux personnes en bonne santé de porter des masques chirurgicaux dans l’espace public”.
    Eh sì, gli svizzeri sono votati al suicidio e soprattutto sono noti per la loro disobbedienza preconcetta.

  • Enrico Galavotti

    Maggio 18, 2020

    Infatti è assolutamente vero che le mascherine sono dannose alla salute e che vanno usate solo in casi particolari. Il distanziamento è più che sufficiente. Purtroppo però i massmedia ci hanno per mesi detto il contrario, e ora vediamo persino automobilisti che la portano mentre guidano la macchina da soli.

    • agbiuso

      Maggio 18, 2020

      Guidare l’automobile abbigliati di maschera significa inalare anidride carbonica in dosi massicce.
      È una delle tante espressioni dell’irrazionalità, del panico, del terrore che vengono coltivati dal sistema dell’informazione, vero flagello delle società contemporanee.
      L’autoritarismo è il fondamento e l’obiettivo politico della superstizione dilagante.
      I “terrori dell’anno Mille” forse non ci sono mai stati, quelli del Duemila li vediamo intorno a noi, ogni giorno, ora.

Inserisci un commento

Vai alla barra degli strumenti