Skip to content


Volti

Volti

Fermo-immagine della crudeltà.
Il grido degli animali non umani diventati merce

il manifesto
18 aprile 2018
pagina 11

Ci guardano da una distanza interminabile. Guardano nel vuoto di un destino che non hanno avuto poiché la nascita li ha rinchiusi in un intervallo di tempo miserabile, quello necessario a farne carne da mangiare o pelliccia da indossare. Stanno rinchiusi nelle gabbie, stretti l’uno all’altro in un fitto labirinto di dolore senza senso.

[L’immagine è di  Stefano Belacchi. Raffigura i volti di visoni che adesso stanno appesi in qualche armadio]

2 commenti

  • Augusto Cavadi

    aprile 22, 2018

    Quanta sofferenza gratuita nella storia dell’universo…

    • agbiuso

      aprile 22, 2018

      Sì, Augusto, una sofferenza che sembra non avere senso e non avere fine, che intrama tutti i viventi e ogni divenire. Anche per questo sono un marcionita 🙂

Inserisci un commento

Vai alla barra degli strumenti