Skip to content


Tenebrae

Tenebrae

Tomás Luis de Victoria
O Vos Omnes 
Da Tenebrae Responsories  (1585)
Esecuzione di Harry Christophers & The Sixteen

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

«O vos ómnes qui transítis per víam, atténdite et vidéte 
/ Si est dólor símilis sícut dólor méus.
 / Atténdite, univérsi pópuli, et vidéte dolórem méum. / Si est dólor símilis sícut dólor méus»

«…nella fede
che altro domani sarà il mondo
ma il mondo è fatto d’ascia
di silenzi, di spranghe della notte
e della pena che a ogni frutto
di sperma è destinato»

(Da «Asce», Un barlume di fasto, Scrimm Edizioni 2013, p. 53)

 

2 commenti

  • agbiuso

    Marzo 27, 2014

    Grazie, caro Pasquale.
    Attraversare le tenebre senza farsene attraversare, credo che questo significhi esistere.
    Per il resto, hyle.

  • Pasquale D'Ascola

    Marzo 26, 2014

    Un barlume di fasto, caro Alberto poeta come il nostro Friedrich.
    P.

Inserisci un commento

Vai alla barra degli strumenti