Skip to content


Elena, il mito

Elena, il mito

Segnalo il link alla ripresa video (ahimè un poco statica, in compenso io mi muovo come un tarantato) della relazione su Elena / νάγκη che ho svolto a Siracusa il 19.9.2020 nell’ambito del Convegno su Mitomania 2020.
Spero che chi seguirà questa lezione (che dura i primi 48 minuti del video) possa trovarvi qualche indicazione su Enea, su Elena, sul mito, sull’assenza come struttura dalla quale il mito scaturisce. A quest’ultimo elemento ho accennato nel breve intervento/risposta successivo alle relazioni (a 2 ore e 15 minuti della registrazione)
La lezione si conclude con la lettura di alcuni miei versi dedicati a Didone. A Didone innamorata, a Didone abbandonata, a Didone nel vuoto dell’assenza e nella pienezza della morte.
(Come sempre quando si parla, non mancano qua e là delle imprecisioni e anche degli errori, di cui mi scuso).

2 commenti

  • Marco Christian Santonocito

    Ottobre 5, 2020

    Gentile professore,
    come non sentire il fascino di uno spettacolo, teatro autentico, in cui una relazione sul mito si tramuta nello stesso mito e il palco di una conferenza nel teatro della verità dell’esistenza?
    Infine era inevitabile che l’oratore-filosofo divenisse attore e persona mitica: il mito come racconto dell’assenza ineliminabile e insieme come tentativo asintotico di colmarla è la definizione stessa della filosofia. Allora filosofia e mito non sono contrapposti e non deve stupire la metamorfosi del filosofo che entra a teatro.
    La ringrazio ancora una volta per questa e le altre occasioni che ci offre di assistere in video ad un suo intervento.

    • agbiuso

      Ottobre 5, 2020

      Diventare le proprie parole, che sono poi le parole che millenni di filosofia ci hanno donato, è un riconoscimento grande. Davvero grazie, caro Marco.

Inserisci un commento