Skip to content


Comunicazione

Comunicazione

«Ignorano sempre più la lettura, che richiede un autentico giudizio a ogni riga; e che è l’unica attività che permette di accedere alla vasta esperienza umana prespettacolare. Perché la conversazione è quasi morta, e presto lo saranno molti di quelli che sapevano parlare»
(Guy Debord, Commentari alla Società dello Spettacolo, Baldini & Castoldi 2002, § X, p. 207)

Venerdì 17 novembre 2017 alle 18,00 nel Palazzo S. Anna, sede del Liceo Convitto di Modica, terrò una conferenza dal titolo La solitudine di Internet. Facebook, WhatsApp e la comunicazione immaginaria.
È il primo incontro di un ciclo dedicato al tema della comunicazione.

Abstract
Siamo sempre connessi e siamo sempre soli, con in mano il nostro dispositivo di comunicazione universale. Come si spiega questa contraddizione? Essa è una delle tante che intridono le relazioni tra esseri umani nel XXI secolo ed è una delle più pervasive, toccando persone di ogni età, cultura, condizione economica.
Anche in questo caso la riflessione filosofica può aiutarci ad andare oltre le apparenze, al di là di giudizi moralistici o di prospettive soltanto tecnologiche, per cogliere nel trionfo contemporaneo dei Social Network l’ennesima conferma del nostro essere Ζῷον λογιστικόν e πολιτικόν, animali che parlano e vivono insieme, che vivono insieme perché comunicano.

3 commenti

  • agbiuso

    novembre 18, 2017

    Una persona che ha partecipato alla conferenza modicana mi ha fatto avere un breve e ironico video che ben illustra il concetto di Panopticon digitale del quale ho parlato.

  • Antonella Coco

    novembre 16, 2017

    Ciao Alberto,
    spero che tu la possa replicare anche a Catania.

    • agbiuso

      novembre 16, 2017

      Lo spero anch’io, cara Antonella. Ma perché non organizzare domani un bel viaggio nella splendida città di Modica?

Inserisci un commento

Vai alla barra degli strumenti