Skip to content


Contrabbasso

Voyage Interrupted
di Stefano Scodanibbio
da Voyage That Nevers Ends (1998)

Stefano Scodanibbio (1956-2012) ha esaltato la polifonia del contrabbasso e ne ha fatto uno strumento insinuante, sacro. Questa sua composizione inizia con profonda calma e diventa poi una danza tribale.
Un altro brano emblematico è quello che si può ascoltare e vedere qui.

 

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

.

 

 

 

 

 

 

2 commenti

  • agbiuso

    Agosto 24, 2013

    Grazie, Diego, di questo intenso commento.
    Sono sempre più convinto che a essere davvero importanti non siano le esistenze di questo o quell’individuo -in ogni caso dolorose e mortali- ma le azioni, le opere, le creazioni che possono durare un poco di più dell’effimero che ciascuno di noi rappresenta.

  • diegod56

    Agosto 24, 2013

    di grande fascino, pur non essendo io un competente ho sempre amato il suono del contrabbasso nelle sue infinite possibilità e questo artista è davvero un grande, a quanto pare anche ad un primo ascolto; ovviamente grande è il dispiacere per il suo doloroso destino personale, ma se ci lascia questa musica, non possiamo che ringraziarlo ascoltandola

Inserisci un commento

Vai alla barra degli strumenti