Skip to content


Sul libro

Sul libro

bbook, materia e forma
in Aa. Vv., Immaginifico, a cura di Alessandro Curioni
Fast-Press, Monza 2016, pp. 23-29

bbook

Il bbook è il rotulus/volumen che rinasce quasi magicamente dalle tecnologie contemporanee: trasparente, sospeso, conservabile in uno scaffale. Il suo ideatore, Alessandro Curioni, ha pubblicato un libro-catalogo che ne illustra significato, genesi, sostanza. Mi ha chiesto di contribuirvi con una riflessione teoretica sul meraviglioso oggetto che teniamo ogni giorno tra le mani e sulla sua evoluzione nel bbook.
Lo ringrazio per avermi permesso di pubblicare qui il pdf integrale del mio testo.

 

2 commenti

  • diego

    novembre 16, 2016

    molto, molto interessante, ci torneremo su
    Il tuo testo coglie (nel consueto stile rigoroso e appassionato di scrittura) il «problema» cioè l’impossibilità di definire il libro, il suo essere un accadimento al confine fra contenuto e forma

    ora ho poco tempo, ci torneremo su

    ci sono i tuoi libri, nello scafale qui a fianco a me, e tu sei lì, anche lì

    • agbiuso

      novembre 16, 2016

      Grazie, caro Diego. Conto quindi su un tuo intervento piu ampio.
      Intanto, ho apprezzato molto la definizione del libro come un “accadimento”, perché tale è: un libro non è soltanto un oggetto, è un evento che accade ogni volta che un lettore vi si immerge.

Inserisci un commento

Vai alla barra degli strumenti